Grande Auto Emo-Infusione (GAE):

Da qualche anno si sente sempre più spesso parlare di ozonoterapia e in particolare della Grande Auto Emo-Infusione (GAE).
Con l’aiuto della dott.ssa Enrica Bruzzone, specialista in Anestesia e Rianimazione, che presso San Babila Clinic si occupa di ozonoterapia e terapia del dolore,
cercheremo di capire meglio di cosa si tratta e ne esploreremo le diverse applicazioni terapeutiche e i suoi numerosi benefici.

Le tecniche di somministrazione dell’ossigeno-ozono in ambito medico sono molteplici, fra cui quella sistemica endovenosa (GAE).
“Il trattamento di Auto Emo-infusione – come ci spiega la dott. Bruzzone – consiste nel prelievo di una piccola quantità di sangue venoso (100-150 ml) all’interno di una specifica ampolla di vetro, che dopo essere stato miscelato con una precisa quantità di ossigeno-ozono, preventivamente stabilita sulla base delle condizioni cliniche del paziente e alle finalità terapeutiche, viene re-infuso”. La procedura è assolutamente sicura perché avviene all’interno di un sistema a circuito chiuso sterile senza interruzioni e alcuna manipolazione.

Indice

AUTO EMO-INFUSIONE E STRESS OSSIDATIVO

“Non si tratta solo di ri-ossigenare il sangue – prosegue la dott.ssa Bruzzone – bensì di stimolare una risposta adattiva del nostro organismo allo stress ossidativo. Quello che tecnicamente viene chiamato precondizionamento da stress bio-ossidativo”.

Il precondizionamento da stress bio-ossidativo è una modalità terapeutica che cerca di sfruttare i meccanismi di difesa naturali del corpo; attraverso stimolazioni controllate a bassi livelli di stress ossidativo, è possibile “addestrare” le cellule e i tessuti del nostro corpo a resistere meglio agli insulti ossidativi futuri.

I BENEFICI DELL’ AUTO EMO-INFUSIONE

L’ozono è il più potente antinfiammatorio naturale esistente. Agisce aumentando le citochine anti-infiammatorie (le molecole proteiche responsabili di contrastare la risposta infiammatoria del nostro organismo) e riducendo la quantità delle citochine pro-infiammatorie (che alimentano invece l’infiammazione).

La miscela di ossigeno-ozono una volta introdotta nel circolo sanguigno, rilascia ossigeno che viene veicolato lungo tutto il torrente circolatorio raggiungendo ogni distretto del corpo e migliorando la funzionalità di organi e tessuti. Ne conseguono molteplici effetti benefici:

  • Analgesico
  • Rivitalizzante
  • Energizzante per corpo e mente
  • Antiossidante e Antiaging
  • Potenziamento del sistema immunitario
  • Detossinante

“La forte capacità ossidativa dell’ozono inoltre – completa la dott.ssa Bruzzone- danneggia le pareti cellulari dei batteri, le quali sono fondamentali per la loro sopravvivenza e funzione. Distruggendo queste strutture, l’ozono causa la lisi, o la rottura, delle cellule batteriche, portando alla loro morte. L’ozono ha quindi una spiccata azione antisettica, combatte lo sviluppo di microrganismi infettivi o patogeni come batteri, funghi e virus”.

APPLICAZIONI TERAPEUTICHE DELL’AUTO EMO-INFUSIONE

Numerosi sono i protocolli terapeutici che includono l’utilizzo dell’auto emo-infusione. Abbiamo chiesto alla dott.ssa Bruzzone, nell’ambito della sua esperienza clinica, quando ha maggiormente utilizzato questa terapia e per quali fini terapeutici: “La impiego spesso nel contesto della terapia antalgica (del dolore), anche a supporto di trattamenti locali e infiltrativi (come ad esempio nelle patologie della colonna vertebrale o delle articolazioni), nel trattamento delle patologie infiammatorie acute e croniche (forme artritiche, allergie, fibromialgia, sindrome da stanchezza cronica).

Negli ultimi anni, ho avuto modo di trattare diversi quadri clinici riconducibili al Long-Covid. Un altro ambito è sicuramente quello sportivo, dove la GAE aiuta a migliorare la performatività e la ripresa dopo l’attività fisica intensa.

L’Ozonoterapia Sistemica inoltre grazie alle sue proprietà rigenerative e anti-aging è spesso associata a supporto di trattamenti di Medicina Estetica e di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva, in quanto migliora la capacità riparativa dei tessuti, la loro ossigenazione e il drenaggio linfatico”.

In sintesi, possiamo dire che tutte le situazioni di stress beneficiano dell’auto emo-infusione.

QUANTO DURA UNA SEDUTA DI AUTO EMO-INFUSIONE?

La durata di una seduta di auto emo-infusione generalmente è di circa 30/40 minuti. Il numero di sedute varia a secondo del protocollo clinico e dalla finalità terapeutica. In media un ciclo completo varia dalle 5 alle 10 sedute a cadenza settimanale, a seconda dei casi.

Benché i benefici iniziano ad avvertirsi in maniera concreta tra la quarta e la sesta seduta, già dopo la prima seduta il paziente inizia ad avvertire una sensazione di benessere, dovuta all’azione svolta dall’ossigeno-ozono sul sistema neuroendocrino. Favorisce il rilascio di endorfine, i cosiddetti “ormoni del benessere” e agisce sul ciclo del cortisolo, ormone strettamente correlato alla gestione dello stress psico-fisico.

CONTROINDICAZIONI DELL’ AUTO EMO-INFUSIONE

L’unica controindicazione assoluta è il favismo (deficit di glucosio-6-fosfato-deidrogenasi) – specifica la dott.ssa Bruzzone – ci sono poi alcune controindicazioni relative, come gravidanza, scompenso cardiovascolare, età pediatrica, epilessia, ipertiroidismo. Ovviamente, ogni singolo caso deve essere valutato in via preliminare da un medico qualificato”.

TORNA AL BLOG